Logout
Vai ai contenuti

Caro Leonardo

NEO-N NEONATI A RISCHIO
Pubblicato da in Testimonianze · 27 Aprile 2014
Chi l’avrebbe mai detto, a noi, a te, a te che figlia, donna  moglie ed ora mamma, a te che sogni ogni giorno la vita che cresce in te, i preparativi, le notti a chiacchierare con tuo marito sul come sarà…La cameretta, in fase di realizzazione, il fiocco azzurro appoggiato sul pavimento e poi...tutto ad un tratto i dolori, sempre più forti. Tuo marito che cerca di sdrammatizzare, tu che sorridi ma poi...la corsa veloce in ambulanza, l’elisoccorso che vola tra le nuvole per portarti all’ospedale, tuo marito che sfreccia in autostrada per raggiungere al più presto l’ospedale, e tu piccolo Leonardo che alla 26esima settimana vuoi nascere .
Il parto cesareo, ti trovi sola con i medici che cercano in tutti i modi di rassicurarti, tutto veloce, troppo veloce per capire, tu che vorresti tornare bambina, figlia e non capisci cosa stia capitando. Tuo marito solo nella sala d’spetto che si pone mille interrogativi, i nonni che corrono preoccupati, in ansia per la loro bambina e per il loro primo nipotino. Tu Leonardo che nasci, che vieni alla luce, piccolo Leo, indifeso, che nemmeno piangi...ma vuoi lottare.
Tu donna, ora madre, ti senti vuota, in colpa, ti domandi perché??
Ancora dolorante arrivi in un “mondo” sconosciuto, la Terapia Intensiva Neonatale, quanti piccolini, e tu Leonardo sei la, assieme ai tuoi nuovi amici di viaggio. Invece tu mamma vieni accolta dai tuoi “nuovi” amici di viaggio, sconosciuti per te ma che nei momenti di sconforto potranno dire sinceramente...TI CAPISCO….
Tu mamma ti avvicini sorretta da papà a quella che sarà la casa del tuo piccolo Leo per i prossimi mesi.
Saturimetro, alimentazione artificiale, monitor, pressione, dotto di botallo..quanti termini impari, parole che nemmeno all’università hai mai incontrato o che almeno mai e poi mai potessero far parte del tuo percorso di vita.
I tuoi pensieri e sentimenti presenti in quei giorni sono PAURA e SPERANZA. I monitor ti fanno impazzire, ti arrabbi, piangi, gridi in modo soffocato, vorresti irrazionalmente che i medici fossero sempre e solo per te, ma non c’è solo il TUO Leonardo.
Tu che cerchi conforto nello sguardo di tuo marito, lui che cerca di rassicurarti e non piange con te perché altrimenti tu mamma come faresti? Conosci le altre mamme e ti rassereni perché ti accorgi che la tua perdita di razionalità è comune a quasi  tutte, ti accorgi che i tuoi piccoli gesti sono quasi comuni a tutte le altre mamme, ad esempio il portare il “braccialetto della nascita” per tutto il periodo in ospedale, il non aver affisso il fiocco azzurro eccetera.
Quanti giorni , quanti medici infermieri della Neonatologia dell’ospedale Sant’Anna di Torino professionisti estremamente competenti ed umani.
Ed ora eccoci qua Leonardo, che abbracci la tua mamma ed il tuo papà dicendo
“VI AMO TANTO”
NOI TI AMIAMO PICCOLO NOSTRO TERREMOTO.

Ezia Pernice


NEO-N NEONATI a RISCHIO NOVARA ODV
c/o Ospedale Maggiore della Carità di Novara
C.so Mazzini, 18 - 28100 - Novara
CF: 94061380039
MENU
© 2019 NEO-N NEONATI a RISCHIO NOVARA ODV
Torna ai contenuti