Logout
Vai ai contenuti

Flash

NEO-N NEONATI A RISCHIO
Pubblicato da in Testimonianze · 7 Marzo 2013
Settembre 2009 …Flash…gia’, è così che ho ribattezzato i ricordi di quei momenti…flash….Raffaele, a cui poi abbiamo aggiunto Pio, è nato in un giorno di meta’ settembre…e come canta una nota super star, avrebbe dovuto essere “il regalo mio piu’ grande” per il suo fratellino e per il suo papa’…ma la felicita’ nel poterci godere questo fantastico regalo è durata poco…Raffaele non è nato prematuro, Raffaele ha contratto la sepsi neonatale…o piu’ volgarmente detta setticemia…da qui i miei flash: ore 21.00 “ho sempre difficolta’ a dire queste cose…chiami suo marito, abbiamo gia’ intubato il bimbo…non credo arrivera’ a domattina” e da lì una serie di eventi…una notte passata davanti alla patologia neonatale, una Madonnina a cui rivolgere le nostre preghiere…gia’…perche’ in quegli istanti mi sono riscoperta credente e mi sono attaccata con le unghie e con i denti alla fede…la d.ssa Gallina che all’ alba mi comunica il trasferimento al Regina Margherita di Torino…Raffaele ha delle complicazioni…ipertensioni polmonari…lui che mi passa davanti, intubato, di corsa, portato via dagli Angeli della Croce di S. Andrea…”aspetti qui…la chiamo io…non so’ se a Torino ci arriviamo”…Ma Raffaele a Torino ci è arrivato e amorevolmente veniva  curato dal reparto terapia intensiva torinese che giornalmente ci preparava al peggio…altro flash…era giovedi…”non reagisce alle cure…ci dispiace tanto…ma…stanotte tenete il telefono accanto”…buio…disperazione…rassegnazione…e poi la svolta, e poi la preghiera a San Giuda…chi meglio di lui, il santo dei casi disperati, e poi loro, angeli vestiti di verde…mani che curano, menti che pensano…”signora…abbiamo fatto un passettino in avanti” … “lo estubiamo” …luce…sorriso…e la ricaduta “ lo intubiamo di nuovo”… incredulita’…e poi…e poi…e poi…”Raffaele sta meglio, lo rimandiamo nella patologia neonatale di Novara”…flash…il ritorno con la tutina di superman nel reparto dove tutti ci aspettavano…da dove eravamo partiti 1 mese prima e da dove dopo una settimana ci hanno rimandato a casa…Raffaele, o meglio Raffaele Pio, è un bambino sano, attivo, chicchierone e molto furbo,dice un sacco di parolacce e forse…va bene cosi…

Lui non ricordera’ (Anche se, inspiegabilmente, piange se ascolta la musica del pupazzo che aveva con se’ nel lettino della rianimazione…)

…ma noi non potremmo mai dimenticare…la mia  mente ha dei cassetti che ancora troppo spesso si aprono…cassetti ricolmi di lacrime, preghiere, sguardi…di termini mai usati quali periferica, satura, sepsi, ipertensione…suoni…i suoni delle macchine, dei monitor...suoni sordi…gia’ perche’ quando Raffaele non era piu’ sedato ma era intubato, piangeva…ma non emetteva nessun suono…E poi latente ma sempre presente, in quei cassetti c’ e’ ancora tanta rabbia,  motivata e giustificata…

Non credo sia ancora iniziato per me il percorso del “ormai è passato”… lo si capisce dalla veemenza con cui ho raccontato…dall’ impeto con cui ho scritto…ma caratterialmente io sono proprio cosi…uno tsunami…e il piccolo Raffaele ha preso il carattere dalla mamma, il sorriso disarmante del papa’ ed è un ottimo portiere per suo fratello, attaccante e giovane promessa del calcio italiano…Raffaele diventera’ un uomo, e questo grazie a chi, ha fatto della propria professione una missione.

Grazie a tutto lo staff della patologia neonatale ( ma proprio a TUTTI)

Grazie a Rita Gallina che dopo la brutta notizia è stata la compagna di viaggio di Raffaele da Novara a Torino

Grazie ad Andrea Parola…compagno di viaggio di Raffaele da Torino a Novara

Grazie ad Alice Bignoli per i sorrisi e a Rocio per la tenacia …poi diventate amiche

Grazie alla Croce di S. Andrea

Grazie ad Angelo Cutaia

Grazie alla rianimazione del  Regina Margherita

Libera Vecera & Francesco, Nicola e RAFFAELE


NEO-N NEONATI a RISCHIO NOVARA ONLUS
c/o Ospedale Maggiore della Carità di Novara
C.so Mazzini, 18 - 28100 - Novara
CF: 94061380039
MENU
© 2019 NEO-N NEONATI a RISCHIO NOVARA ONLUS
Torna ai contenuti